Acri-Confederazione Sindacati Europei, Sapia parla senza cognizione di causa

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Polemica infinita sulla presunta incompatibilità del presidente del consiglio comunale, Mario Fusaro, tra il suo incarico istituzionale, l’attività sindacale e le mansioni di coordinatore infermieristico del Suem 118 di Acri. Ieri l’ennesimo capitolo l’ha scritto il settore Sanità della Confederazione Sindacati Europei, coordinamento territoriale di Cosenza.
L’ha fatto con una nota inviata al Direttore Generale dell’Asp di Cosenza, al responsabile Anac dell’Asp e al responsabile Anac del Comune di Acri.
“Riteniamo – si legge nel testo- di esprimere il nostro più vivo rincrescimento in merito alla vicenda denunciata dall’On. Sapia, del Movimento 5 Stelle, nei riguardi del collega Mario Fusaro, onorato professionista e persona degna di stima, al quale va la nostra più sincera solidarietà per la vicenda che lo ha visto ingiustamente coinvolto. La missiva inviata dall’On. Sapia – prosegue il comunicato – è completamente priva di qualsivoglia conoscenza dei fatti specifici e delle norme che regolamentano il servizio emergenza/urgenza”.
Infatti “è priva di fondamento l’affermazione che il Fusaro svolga funzioni apicali e sovraordinate nell’ambito del Suem 118 nel predisporre i turni di servizio del personale, in quanto tale funzione, perentoriamente svolta da personale infermieristico per le figure del comparto, è prevista nelle norme del “Progetto di riordino, riorganizzazione e reingegnerizzazione della reta Urgenza/Emergenza della Regione Calabria, nel rispetto dei dettami del Dpgr 18 ottobre 2010”, attualmente modello organizzativo dei servizi di emergenza/urgenza del quale, a tal proposito, consigliamo all’On. Sapia attenta lettura prima di addentrarsi in argomentazioni e giudizi fini a se stessi e non supportati legalmente”.
Infine, “tantomeno risulta incompatibile la funzione di coordinatore del servizio 118 con gli incarichi per funzioni pubbliche svolte nell’ambito del consiglio comunale di Acri, in quanto tale funzione, nell’ambito lavorativo, è propria della qualifica di appartenenza”.

Da “Il Quotidiano del Sud” dell’08-11-2018 Piero Cirino

415 Visite totali, 5 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!