Acri-Feraudo diffamato, definitiva la condanna per Cozzolino

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ definitiva la condanna del dott. Giacomo Cozzolino per il reato di diffamazione in danno dell’avv. Maurizio Feraudo. Il primo oggi è direttore sanitario dell’ospedale civile “Beato Angelo” di Acri, il secondo consigliere comunale di opposizione.
La Quinta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione giovedì scorso ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal dott. Cozzolino contro la sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro, che nel mese di luglio dello scorso anno aveva confermato la sentenza di condanna emessa in data 24/09/2013 dal Tribunale Penale di Cosenza, all’esito del giudizio nel quale il Feraudo si era costituito parte civile.
Si chiude, così, dopo oltre otto anni e tre gradi di giudizio, la vicenda che ha riguardato un comunicato stampa affidato nel mese di febbraio 2010 dal dott. Giacomo Cozzolino, all’epoca candidato alle primarie del Partito Democratico per la carica di sindaco, agli organi di stampa, e ritenuto dall’avv. Feraudo, all’epoca consigliere regionale, gravemente diffamatorio nei suoi confronti, tanto da indurlo a sporgere la querela da cui è scaturita la vicenda giudiziaria alla quale la Corte di Cassazione ha messo la parola fine.
Il dott. Cozzolino è stato anche condannato al pagamento di una somma in favore della Cassa delle ammende per l’infondatezza del ricorso proposto in Cassazione.

Da “Il Quotidiano del Sud” del 12-06-2018 Piero Cirino

696 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!