Acri-Il consiglio comunale approva il capitolato d’appalto per la raccolta differenziata

Share the joy
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  

Il consiglio comunale, riunitosi ieri mattina in seconda convocazione, dopo che la prima mercoledì era andata deserta per mancanza del numero legale, ha approvato quattro dei sei punti all’ordine del giorno.
I primi due, revoca delibera di consiglio comunale n.65 del 30.12.2015 avente ad oggetto: “Attivazione in forma associata, con il Comune di Bisignano, del servizio comunale gare mediante centrale unica di committenza per l’acquisizione dei lavori, servizi e forniture, art.23 ter d.l. n.90/2014. approvazione convenzione e regolamento, organizzazione e funzionamento c.u.c. – modifica delibera di c.c. n.57 del 28.11.2015”; e adesione alla stazione unica appaltante della provincia di Cosenza, approvazione regolamento e convenzione; sono stati rinviati.
Gli altri quattro, cioè comunità d’ambito territoriale ottimale della Provincia di Cosenza per la gestione del servizio rifiuti in forma associata, ex art.4 della legge regionale n.14/2014 – subentro alla Regione Calabria nei rapporti contrattuali con i gestori degli impianti di trattamento o smaltimento dei rifiuti a servizio dell’Ato Cosenza; appalto servizio di raccolta differenziata dei rifiuti con sistema “porta a porta”, trasporto e smaltimento dei rifiuti del Comune di Acri secondo le norme urbani e servizi stabilite dal presente c.s.a. e negli altri documenti di gara ed in base ai principi previsti dalla normativa vigente in materia. con le relative raccolte differenziate, gestione dell’isola ecologica e altri servizi accessori, approvazione capitolato speciale d’appalto; regolamento comunale per la disciplina del referendum consultivo, esame e approvazione; decreto sicurezza/decreto Salvini “violazione dei diritti umani” – discussione, debitamente accompagnati da una discussione tra i consiglieri, sono stati trattati e, laddove fosse previsto un voto delle assise, approvati.
Tra questi, quello che ha occupato spazio e preoccupazioni maggiori, è stato il capitolato d’appalto per la raccolta differenziata, con particolare attenzione per gli operari attualmente impiegati dalla ditta che sta gestendo il servizio e il cui futuro è pieno di incognite.
Ovviamente, sebbene non figurasse trai i temi in discussione, ha fatto capolino anche la crisi in maggioranza, con i consiglieri Luigi Caiaro e Giuseppe Intrieri, che ieri erano assenti, con un piede fuori dalla compagine che sostiene l’esecutivo guidato da Pino Capalbo.
Da “Il Quotidiano del Sud” dell’01-02-2019 Piero Cirino

382 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!