Acri-Illuminazione pubblica, ieri ‘la protesta delle candele’

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri sera, dalle ore 19:00, per cinque minuti, nel centro cittadino si è tenuta la “protesta delle candele”.
Negli esercizi commerciali sono state infatti spente le luci, in segno di protesta e per “adeguarsi alla condizione delle nostre strade, in modo da conformarci a quella che è la situazione che siamo costretti a subire”.
Nel mirino è l’impianto di pubblica illuminaziomne, che lascia al buio una fetta significativa del centro urbano. Proprio la scarsa visibilità, giovedì scorso, ha causato un incidente sulla centralssima Via Don Francesco Maria Greco, con un’anziana signora investita da un’auto la cui conducente non l’ha proprio vista.
Sui motivi che determinano il malfunzionamento dell’impianto di illuminazione pubblica, con una nota, è intervenuto il sindaco Nicola Tenuta.
“A breve – piega il sindaco in una nota – l’impianto di pubblica illuminazione denominato “Merolini”, sarà oggetto di un’accurata revisione, al fine di individuare le imperfezioni che provocano periodiche interruzioni di energia elettrica”.
Tenuta ha convocato i responsabili degli uffici preposti a cui ha chiesto una relazione sulla vicenda.
“L’impianto – scrive ancora il sindaco – è stato costruito trent’ anni fa e nel corso del tempo ha subito delle estensioni che, però, non hanno tenuto conto dei carichi da ripartire nei vari tratti, delle sezioni, delle condizioni dei conduttori e dei percorsi effettuati sia sotto traccia che nelle linee aeree”.
Giovedì scorso, “a causa di eventi atmosferici (pioggia e forte umidità), gli interruttori a protezione dell’impianto, necessari per la salvaguardia e la sicurezza delle persone e delle cose, sono entrati in funzione provocando, così, l’interruzione dell’alimentazione. Per le recenti normative in vigore – spiega il primo cittadino -, gli interruttori, infatti, devono essere sensibilissimi, ovvero pronti ad interrompere l’erogazione di energia elettrica non appena il verificarsi di anomalie, come nel caso specifico la presenza di acqua”.
Nella stessa serata di giovedì, “una squadra di operai è intervenuta prontamente per ripristinare il servizio, ma l’operazione, purtroppo, è andata a buon fine solo nelle prime ore di venerdì. L’interruzione di energia elettrica, quindi, non è dovuta ad una scelta del Comune, ma ad una serie di guasti, al momento, non facilmente individuabili”.
Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 21-02-2016.

476 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!