Acri-La Commissione Medica Vaticana conferma il miracolo, il Beato Angelo verso la santificazione

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nonostante nessuno sia riuscito a rivestire di ufficialità la notizia, ieri Acri è impazzita di gioia per la santificazione del Beato Angelo.
Da queste parti basta poco ad accendere la miccia degli entusiasmi, ma un conto è una notizia che la comunità acrese aspetta da tempo immemorabile, un altro il crisma dell’ufficialità.
Le campane a festa, dalle ore 19:00 e per molti minuti, non hanno fatto altro che confermare la notizia, ma la realtà deve fare i conti con la tara dell’entusiasmo.
In realtà, ieri mattina la Commissione Medica del Vaticano ha dato parere positivo sul miracolo decisivo che dovrebbe preludere alla santificazione.
In effetti, passare questo scoglio significa essere quasi giunti alla meta, ma manca ancora qualche tappa. Finora a tanto non si era mai arrivati e questo giustifica l’ottimismo di una comunità che aspetta questa notizia da troppo tempo.
In giornata era praticamente impossibile parlare con religiosi in grado di confermare o smentire la notizia. In tarda serata è arrivata la precisazione di Padre Pietro Ammendola, guardiano dei padri Cappuccini.
La questione sta pressappoco in questi termini: a due anni esatti dalla conclusione del Processo Diocesano, ieri la Commissione Medica ha dato pare positivo su un presunto miracolo di cui è stato protagonista un ragazzo, che, con il proprio Quad, è andato a sbattere contro un pilone di cemento.
Per i medici la sua sopravvivenza all’impatto va oltre la scienza e gli esperti del Vaticano l’hanno confermato. Tuttavia manca ancora qualche tappa per la conclusione del percorso, ma tutto lascia supporre che sia questione di dettagli.
I social ieri hanno amplificato oltremodo la notizia, aggiungendo particolari che di ora in ora andavano sempre più acquisendo i contorni di una leggenda. Il rintocco delle campane ha conferito dignità a una notizia vera soltanto a metà, ma che Acri aspettava da troppo tempo.
E’ una questione di tempo, ma dire, così come avvenuto ieri nel centro presilano, che c’è già una data nel prossimo aprile, è davvero avventato. Magari sarà così, ma al momento nessuno può saperlo. E’ solo l’auspicio di un popolo.
Nella scorsa primavera la comunità acrese ha già festeggiato la beatificazione di Monsignor Francesco Maria Greco e, senza nulla togliere alla sacralità del momento, tutti si chiedevano quando il Beato Angelo sarebbe diventato Santo. Da ieri l’auspicio è molto più vicino.

Da “Il Quotidiano del Sud” del 16-12-2016 Piero Cirino

3,981 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!