ACRI : Sopralluogo di Oliverio sui cantieri della SS660 e della Sibari-Sila

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fresco di investitura, dopo la marcia trionfale delle Primarie, Mario Oliverio nei giorni scorsi ha fatto un sopralluogo nei cantieri di lavoro impegnati nella realizzazione dei lotti della SS660 e della Sibari –Sila.
Si è trattato di un’ultima verifica da presidente della Provincia di Cosenza, per verificare lo stato di avanzamento delle due infrastrutture.
“Il lungo sopralluogo con i tecnici – si legge in un comunicato -, che ha portato Mario Oliverio in parte del vasto comprensorio silano e ai margini della fascia jonica laddove la Provincia sta realizzando i primi lotti della SS 660, nel tratto tra Acri- A3, della Sibari – Sila, tra i Comuni di Acri e San Demetrio Corone, della Cosenza-Sibari tra lo svincolo A3, uscita Tarsia e la SS 106 bis”.
Tre infrastrutture “che hanno in comune la funzione di allontanare il rischio isolamento per le comunità, avvicinare realtà urbane, garantire una sicura e veloce mobilità. Sostenere relazioni, scambi, sviluppo.
Cantieri che rientrano in una progettazione tutta interna all’ente, dotatosi dell’Ufficio Progettazione Grandi Opere. Una struttura che ha, appunto, progettato lavori per più di 371 milioni di euro, tra i quali circa sono 102 quelli finanziati ed in corso di esecuzione”.
“ Queste opere – ha detto Oliverio nel corso del sopralluogo – sono in fase avanzata di realizzazione nei loro primi tratti . La SS 660, un collegamento veloce e sicuro della città silana con l’autostrada, ha uno stato di attuazione dei lavori del 95%; la Sibari-Sila che apre la Sila ai flussi di traffico del corridoio jonico-adriatico e della Sibaritide, del 70%; la Cosenza- Sibari, una strada attesa da decenni che collegherà in modo rapido e sicuro l’area della Sibaritide e dello Jonio con l’area urbana di Cosenza e l’Università, del 60%. Speriamo che ai primi lotti possano essere aggiunti anche gli altri che consentano lo sviluppo definitivo delle nuove vie di comunicazione. Partiamo da una base che è nella progettazione esecutiva utile per utilizzare le risorse dell’Unione Europea, per impedire che si restituiscano a Bruxelles.”
Le infrastrutture – ha aggiunto- , l’ammodernamento della rete viaria, i collegamenti tra i vasti comprensori sono una condizione per la crescita e lo sviluppo. E’ per questo che abbiamo investito molto sulla viabilità, naturalmente compresa quella di competenza della Provincia, estesa per circa 3000 km. In questo momento, in attesa di finanziamento, pronti per essere cantierati, abbiamo ancora progetti per oltre 269 milioni di euro. Un parco prezioso, pronto per la utilizzazione delle risorse comunitarie e nazionali destinate all’ammodernamento infrastrutturale.”
Le arterie viarie saranno inaugurate e aperte al traffico nei prossimi mesi. Per un tratto della Cosenza-Sibari, apertura prevista per il 15 novembre prossimo.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 10-10-2014.

695 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!