ACRI: Tenuta, alle Regionali Lista dei Sindaci

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mercoledì pomeriggio, nella Sala Polivalente, in una apposita iniziativa, l’amministrazione comunale ha presentato lo “Sportello Europa”.
Si tratta di uno strumento, messo a disposizione in seguito a un accordo con la società “Sportello Attività Produttive”, che, attraverso il sito istituzionale del Comune e una capillare attività comunicativa, metterà al corrente aziende e cittadini di tutti i bandi pubblici in grado di intercettare opportunità, soprattutto in ordine alla erogazione di finanziamenti.
All’iniziativa, moderata dalla giornalista Rosanna Caravetta, avrebbero dovuto partecipare anche gli assessori alle Attività Produttive della Regione Calabria, Demetrio Arena, e quello della Provincia di Cosenza, Mario Caligiuri, assenti per impegni istituzionali.
Sul contesto socio – economico e le opportunità di sviluppo per il Comune di Acri è invece intervenuto Ottone Martelli, assessore comunale alle Attività Produttive.
Nella sua relazione, Martelli non ha lasciato molto spazio all’ottimismo, con una comunità in lento e inesorabile decremento demografico e una migrazione, soprattutto giovanile, non più temporanea, ma definitiva.
E’ poi entrato nel merito del nuovo servizio Peppino Bonanno, amministratore delegato della società “Sportello Attività Produttive”, che ha spiegato come lo “Sportello Europa” potrà raggiungere chiunque sia interessato alle nuove opportunità che si presenteranno.
Nella successiva discussione, spunti interessanti sono arrivati anche dagli interventi di Vincenzo Toscano, presidente della Confcommercio di Acri, e di Cosimo Fabbricatore, presidente del consiglio comunale.
Particolarmente significativi alcuni concetti espressi dal sindaco della città, Nicola Tenuta.
Per il primo cittadino, “in una fase di acuta crisi, anche gli enti pubblici devono fare la loro parte a sostegno delle imprese e il nuovo servizio va in questa direzione”.
Secondo Tenuta, “le risorse a disposizione dei Comuni sono decisamente ridotte. E’ necessario che i sindaci vengano coinvolti nelle scelte relative alla loro distribuzione ai livelli sovraccomunali”.
A tal riguardo, “auspico che alle prossime Regionali venga realizzata una lista degli amministratori locali, trasversale agli schieramenti politici”.
Infine, un provocazione: “con i tempi che corrono, auspico che i sindaci non vengano riconfermati. E’ il momento di scelte impopolari e non più rinviabili e queste certamente non possono produrre consenso elettorale”.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano della Calabria” del 27-06-2014.

535 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!