Acri-Ufficio Tecnico, per la manutenzione delle strade scelte logiche e opportune

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nei giorni scorsi erano state sollevate polemiche all’indirizzo del Comune, che si avvarrebbe, per gli interventi per la manutenzione delle strade, di poche ditte.
Ieri, con una nota, è intervenuto l’Ufficio Tecnico, per il quale “la manutenzione della viabilità sul territorio e, quindi, anche nella zona di Là Mucone, viene effettuata con automezzi e personale del Comune. Nel caso in cui gli interventi che si vengono a realizzare richiedano automezzi particolari, non in dotazione del Comune, lo stesso si avvale della ditta che ha in appalto la manutenzione ordinaria, il cui affidamento è avvenuto con regolare gara d’appalto mediante procedura aperta, ovvero avviso pubblico a cui possono partecipare tutte le ditte interessate”.
Nel 2013, “una ditta denunciò alle autorità competenti il responsabile del settore perché riteneva che la pulizia all’interno dell’alveo del fiume Mucone spettasse ad essa. Gli organi preposti decisero di archiviare la vicenda in quanto ci si doveva attenere alla graduatoria nella quale, il ricorrente, era collocato in una posizione successiva a quella dell’affidatario”.
Per l’Ufficio Tecnico comunale “il servizio di pulizia avviene senza alcun costo per il Comune e l’autore della denuncia del 2013 non ha in affidamento lavori per conto del Comune, tranne che per lo spalamento della neve, che avviene attraverso l’utilizzo di tutti gli operatori presenti nella zona di Là Mucone”.
In merito all’interruzione della strada comunale che collega Cuta con il Comune di Luzzi, attraverso il ponte sul fiume Ceracò, “si evidenzia che una prima porzione di terreno, di piccola entità, per uno smottamento, era stato rimosso dalla sede stradale con automezzi comunali, mentre una seconda porzione, in occasione di una nevicata, è stata rimossa da una ditta che in quel momento stava operando sul territorio per lo spalamento della neve. Una scelta opportuna e logica”.
Inoltre, “nell’anno in corso la stessa ditta ha effettuato, per conto del Comune circa venti ore lavorative. In occasione dell’ultimo smottamento, invece, il responsabile del settore tecnico-manutentivo ha effettuato un sopralluogo con la ditta aggiudicataria dell’appalto, a seguito del quale si è deciso di interdire al traffico l’arteria, in quanto si è constatata la possibilità di un possibile nuovo distacco di materiale. Ciò ha indotto il Comune ad emanare un’ordinanza di chiusura per tutelare l’incolumità di cose e persone. A tal riguardo – conclude la nota -, si sottolinea che l’Ufficio Tecnico Comunale sta predisponendo un progetto per la messa in sicurezza del versante interessato dalla frana”.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 24-03-2016.

1,671 Visite totali, 5 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!