CALCIO: Eccellenza, Acri-Brancaleone 1-1

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ACRI 1 BRANCALEONE 1
CALCIO ACRI : Di Iuri 6,5, V.Ferraro (’93) 6, Luzzi (’94) 6, Calomino 6, Mancino 6, Carbonaro 6, Maio 6,5, G.Ferraro (’93) 6, Longo 5,5, Riolo 7, Manfredi (’95) 6 (12′ st Covello (’96) 6). In panchina: Marchese (’94), Piro (’95), Lorelli (’95), Sposato (’94) . Allenatore: Colle 6.
BRANCALEONE: Ferraro (’95) 6, Macrì (’93) 6, Battaglia 5,5, Aronne 6, Trovato 5,5 (17′ st D.Galletta 5,5), S.Galletta 6 (34′ st Autellitano sv), G.Galletta 5,5, Autolitano (’94) 5,5 (9′ st Puglisi (’94) 5,5), Savino 6, Foti 6,5, Rubertà (’94) 5,5 . In panchina: Larizza, Tringali (’94), Acquaviva (’95), Nucera. Allenatore: Scambia 6.
ARBITRO: Cesarano di Salerno 4 ( Assistenti: Basile di Crotone 5 e Benedetto di Crotone 5)
NOTE: Spettatori circa 300.
Marcatori: 2′ pt Foti (rig) (B), 18’st Maio (A).
Ammoniti: Carbonaro e G.Ferraro (A), Aronne e Puglisi (B).Angoli 2-3. Recupero: 2′ pt; 3′ st.

di Francesco SPINA

Acri (CS) – Se fosse stato un incontro di pugilato ai punti avrebbe vinto l’Acri, ma nel calcio contano i gol ed alla fine ne sono arrivati uno per parte che hanno consegnato un pari tra Acri e Brancaleone. Una gara che nel conplesso è stata influenzata dalla prestazione non all’altezza del direttore di gara e dall’imprecisione sotto porta dell’attacco acrese.
Pronti via ed è subito l’arbitro il vero protagonista, al 1′ minuto il direttore di gara vede un fallo in area dell’Acri ai danni di Savino, per i giocatori di casa l’intervento di Ferraro è sul pallone, non è dello stesso avviso il Sig.Cesarano di Salerno che assegna il penalty. Sul dischetto si porta Foti che realizza calciando centralmente con DI Iuri che di poco non riesce ad intervenire sulla traiettoria.
Incassato il gol i rossoneri provano a raggiungere subito il pari: al 10′ Longo viene colto in dubbia posizione di fuorigioco, al 13′ invece si rende pericoloso Riolo ma il suo tiro finisce a lato.
Al 18′ arriva il pareggio della formazione allenata da Colle: a siglare la rete ci pensa Maio abile a raccogliere la corta respinta dell’estremo difensore dei reggini sul tiro da calcio di punizione di Riolo. A questo punto aumenta il forcing dell’Acri e sale in cattedra Riolo, il numero dieci acrese ci prova al 22′ ed al 27′ ma in entrambe le occasioni il suo tiro finisce di poco fuori dallo specchio della porta. Il Brancaleone si fa vivo al 35′ con un calcio di punizione dalla destra, ma Di Iuri in presa alta fa suo il pallone.Al 39′ Riolo prova a servire Maio che viene contrastato da Macri in piena area di rigore ma l’arbitro lascia correre.Il secondo tempo inizia con l’Acri subito pericoloso, al 3′ sul tiro di Longo è bravo Ferraro che si fa trovare pronto, sulla ribattuta si avventa Maio che questa volta calcia da pochi metri a lato. Al 8′ Longo ha l’occasione più nitida per segnare il gol vittoria: il bomber entra in area su invito di Mancino ma la sua conclusione termina fuori dalla specchio della porta. Al 17′ il Brancaleone è pericoloso con Foti lanciato in contropiede, la punta reggina viene però anticipata dall’ottima uscita di Di Iuri, il portiere acrese si supera al 18′ sulla conclusione di Savino. Per l’Acri ci prova sempre Riolo pericoloso al 24′ ed al 30′ ma sopratutto al minuto 35′ quando colpisce la traversa direttamente da calcio d’angolo. La gara termina dunque dopo tre minuti di recupero con un pareggio che non accontenta nessuno.
INTERVISTE
Al temine dell’incontro Mister Marco Colle non è soddifatto per il risultato ottenuto quest’oggi dai suoi: << Il risultato ci stà stretto, eravamo senza alcuni uomini importanti (Fiore e Levato ndr.) e con Riolo che in settimana non si è allenato a causa dell’influenza ma abbiamo creato comunque parecchio – afferma Colle – purtroppo non siamo stati abili a concretizzare>>. Poi Colle dice la sua sulla direzione arbitrale : << Solitamente non parlo degli arbitri ma oggi la direzione della gara non è stata delle migliori ed il rigore concesso in avvio mi è sembrato abbastanza generoso>>. Colle chiude poi con uno sguardo all’ultimo scorcio della stagione: << siamo a pochi punti dalla matematica che ci darà la salvezza che inizialmente era il nostro obiettivo e nelle prossime gare dobbiamo conquistare questi punti>>.
Mister Scambia sembra quasi rassegnato al peggio: << I ragazzi stanno dando l’anima in campo ogni domenica la nostra speranza è appesa ad un filo ma fino alla fine lotteremo per evitare la retrocessione>>.


929 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!