Calcio: Renato Mancini è il nuovo allenatore dell’Acri

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Acri – Renato Mancini è il nuovo allenatore dell’Acri. Il nuovo mister dei rossoneri subentra a Mario Pascuzzo, dopo le dimissioni di quest’ultimo arrivate domenica scorsa al termine della partita interna persa dall’Acri contro il Siderno. Il tecnico del “miracolo” Sersale di due stagioni fa, già nel pomeriggio di ieri ha guidato il primo allenamento dell’Acri sul terreno del “Pasquale Castrovillari”. Con i giallorossi del Sersale Mancini ottenne uno straordinario “triplete” nella stagione 2015/2016, vincendo Campionato, Coppa Italia e Supercoppa Calabria, per poi essere esonerato nella stagione seguente con la squadra del presidente Ettore Gallo che occupava l’ultimo posto nel campionato di Serie D. Per Mancino ora la possibilità di rilanciarsi sulla panchina dell’Acri: << sono felice di essere ad Acri – afferma – questa è una piazza prestigiosa dove si fa calcio da anni e che ha una fame da lupi >>. Ed ancora: << Sono qui sicuramente per rimettermi in gioco anche a livello personale. Il campionato e la coppa vinti a Sersale sono per me ormai in archivio, non posso fermarmi a quello né come ambizioni ne specchiarmi in quei successi>>. Mancini avrà il delicato compito di rilanciare una squadra che ad inizio stagione era data dagli addetti ai lavori tra le favorite: << ho le mie idee ma di sicuro non ho la bacchetta magica – dice – prima di tutto devo valutare il materiale umano che ho a disposizione da lì bisogna ripartire. Ci sono stati sicuramente dei problemi in questa fase iniziale che toccherà a me provare a risolvere>>.  Mancini parla poi del campionato lasciando aperta la porta per una possibile rimonta: << Ho una felice esperienza per quanto riguarda le rimonte in campionato – afferma – due stagioni fa, con il Sersale, dopo la sconfitta nello scontro diretto contro lo Scalea avevamo nove punti di svantaggio. Ma sappiamo tutti poi com’è andata a finire quella stagione>>. Ed ancora: << non è da escludere nulla ma non mi va di guardare alle scadenze lunghe ma affrontare il campionato domenica dopo domenica – afferma – e già contro l’Amantea abbiamo una grossa gatta da pelare>>. E sulla rosa a disposizione: << so di avere una buona rosa, forse non assortita in vari ruoli e con caratteristiche quasi simili dei centrocampisti ma ovviamente devo prima testare tutto sul campo, solo cosi potrò avere e dare delle risposte>>.  Mancini conclude con un messaggio ai tifosi: << Vorrei che il pubblico ci stesse vicino in questo momento perché c’è bisogno di coesione, solo così possiamo ottenere qualcosa domenica dopo domenica>>.

 

Francesco Spina – Il quotidiano del Sud

234 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

error: Content is protected !!