Acri-Crisi idrica, l’amministrazione comunale se n’è lavata le mani

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ritorniamo ancora una volta sulla carenza idrica che persiste inesorabilmente nel nostro comune, la cui attuale amministrazione ha “QUALUNQUEMENTE E INFATTAMENTE “ fallito!!!

È fuori da ogni dubbio che stiamo arrivando alla pura follia!
Ma come si fa a lasciare i cittadini in simili condizioni senza prendere i dovuti provvedimenti, tante volte promessi e mai messi in atto!??? Uno fra tutti quello del famoso pozzo di C. Greca per il quale si vocifera che i lavori sono ultimati e che sarà pronto a breve (…dicevano che sarebbe stato pronto a novembre 2020) ma che comunque per la scarsa portata non risolverà la situazione…mah…staremo a vedere!
È trascorsa quasi un’altra estate, l’ennesima, e siamo sempre allo stesso punto: acqua a disposizione solo un’ora la mattina! Altro che pozzo…
Ora che si associa anche la sistematica rottura di Ominiello e la riduzione del servizio idrico da parte della Sorical, una ulteriore fetta di popolazione si può rendere conto dei disagi e subirne le conseguenze.
Ma la verità è che a nessuno interessa realmente. Tutte le storielle che raccontano le conosciamo ormai da anni a memoria….Ma davvero non se ne può più! Sembra non ci sia più protesta, da parte di noi cittadini, che possa smuoverli in qualche modo. Ma se c’è una certezza …è quella che nella vita tutto torna indietro…ci ricorderemo di tutti questi disagi subiti nel momento delle prossime amministrative! Ricorderemo tutte le estati trascorse nel disagio e nell’ indifferenza di una amministrazione che se ne è LAVATA LE MANI e non ha fatto nulla! (realizzazione e apertura pozzo a prescindere)!!

N.B. In tutto ciò evitiamo di citare anche l’ulteriore fallimento del pozzo di Sant’Angelo le cui conseguenze ancora una volta saremo noi tutti a PAGARLE!

I NOSTRI DIRITTI


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!