Acri-Domani in consiglio comunale l’assestamento di bilancio

Condividi:

A distanza di poco più di un mese, torna a riunirsi il consiglio comunale. Il presidente Cosimo Fabbricatore ha convocato l’assemblea, nella sala consiliare del Palazzo Sanseverino-Falcone, per domani pomeriggio, alle ore 15:00. Seconda convocazione fissata per lunedì prossimo, alla stessa ora.
Sei i punti all’ordine del giorno: costituzione dei gruppi consiliari e designazione dei rispettivi capigruppo; modifica commissioni consiliari permanenti, alla luce della costituzione del nuovo gruppo consiliare; attivazione, in forma associata, con il Comune di Bisignano, del servizio comunale gare mediante centrale unica di committenza per l’acquisizione dei lavori, servizi e forniture. Approvazione convenzione e regolamento. Organizzazione e funzionamento; variazione al bilancio di previsione esercizio finanziario 2015 – assestamento generale di bilancio; convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Esame e approvazione; regolamento per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale. Ulteriore integrazione.
Il punto politicamente più pregnante dei sei in agenda, in una convocazione che in maniera del tutto inedita viene fatta per un sabato pomeriggio, è quello che riguarda la variazione e l’assestamento di bilancio.
I documenti finanziari sono la cartina di tornasole dei principi che ispirano un’azione amministrativa e non ci si meraviglia più di tanto se in una discussione che accompagna l’approvazione delle variazioni di bilancio rientri di tutto, anche temi che magari non hanno una attinenza diretta con i numeri contabili.
Con la costituzione del nuovo gruppo consiliare “Movimento per Acri democratica”, annunciato durante l”ultima riunione da Natale Viteritti, c’è l’ufficializzazione dell’assottigliamento numerico della maggioranza, che, a questo punto, può contare su un solo voto in più rispetto alle opposizioni.
In sostanza, la compagine che sostiene la giunta guidata da Nicola Tenuta è costretta a serrare i ranghi ogniqualvolta c’è da votare un provvedimento importante, senza possibilità di errori.
La rimodulazione delle commissioni, proprio per effetto della nascita del nuovo gruppo, permette a Natale Viteritti e Luigi Cavallotti di rientrare negli organismi consiliari dai quali erano stati estromessi nello scorso mese di settembre.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 27-11-2015.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!