Acri-Folla oceanica alla processione per Sant’Angelo

Condividi:

E’ un susseguirsi di giornate segnate da profonde emozioni per la comunità acrese. La processione del simulacro di Angelo d’Acri, lunedì sera, da Piazza Purgatorio fino alla Basilica, è stata seguita da una folla oceanica. Raramente si è vista tanta gente tutta insieme. Una stima prudenziale, attesta i numeri intorno alle 8-10mila unità.
Presenza rimarchevole anche alla messa di ringraziamento in onore di Angelo d’Acri, presieduta dal Cardinale Angelo Comastri, vicario generale del Papa, lunedì mattina nella Basilica Vaticana.
C’era un migliaio di acresi, che si sono trattenuti nella Capitale proprio per prendere parte all’evento religioso, che lo stesso prelato ha definito come uno dei più partecipati. Durante la messa si è anche esibito il coro polifonico “San Giuseppe”, diretto dal maestro Giusto D’Auria, con Alessandro Saraceni al piano e Francesco Spezzano al flauto. Tra i sacerdoti che hanno concelebrato anche Don Giampiero Fiore, Padre Francesco Donato, Don Francesco Sprovieri e Padre Mario Cimino, oltre al Provinciale dei Cappuccini, Padre Pietro Ammendola.
Presenti anche la giunta municipale, guidata dal sindaco Pino Capalbo, e gran parte del consiglio comunale. Intrattenendosi con le emittenti locali, il primo cittadino ha ribadito un concetto che era già stato più volte espresso nelle scorse settimane: “in pochi chilometri abbiamo tre Santi: Angelo, Umile e Francesco. Occorre concepire insieme alle amministrazioni comunali di Bisignano e Paola un progetto comune che porti alla realizzazione di un percorso turistico religioso unico”.
A Roma ieri si è trattenuto anche Salvatore Palumbo, beneficiario del miracolo che ha portato Lucantonio Falcone alla Santità. Ha avuto modo di incontrare Papa Francesco, al quale ha chiesto di venire ad Acri.
Palumbo ha vissuto da protagonista la cerimonia di canonizzazione di domenica scorsa, ricordando come sia “stata un’emozione profonda e irripetibile, per certi versi mi sentivo quasi imbarazzato”.
Da ieri si è incominciato a lavorare per l’organizzazione della messa solenne, presieduta da Mons. Fancesco Nolè, Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, in programma per sabato, alle ore 15:30, nell’Anfiteatro comunale. Essendo già esauriti i tremila pass disponibili, l’amministrazione comunale ha predisposto l’installazione di quattro maxischermi, che verranno collocati davanti alla Basilica, nella centralissima Piazza Matteotti, a Serricella e a San Giacomo. Oltre al nutrito programma di eventi religiosi, ci sono anche i festeggiamenti civili, il cui culmine è previsto per la tradizionale festa del 30 ottobre.

Da “Il Quotidiano del Sud” del 18-10-2017 Piero Cirino


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!