Acri-Mario Benvenuto confermato presidente dell’Avis

Condividi:

L’assemblea dei soci dell’Avis di Acri ha confermato Mario Benvenuto alla carica di presidente. Claudio Nicola Belsito sarà il suo vice; Annunziata Lo Giudice tesoriere; Maria Alice segretaria; Giuseppe Ardito, Tina Zanfini, Andrea Palopoli, Roberta De Vincenti, Annalisa Zaina; Maria Ferraro e Franco Algieri delegati a rappresentare l’Avis comunale di Acri nell’ambito dell’assemblea provinciale di imminente convocazione; Massimo Sposato, Gianfranco Faragasso, Francesca Altomari, Angelo Antonio Fuscaldo e Luigi Cozzolino revisori dei conti.
Nel corso dell’assemblea si è discusso del bilancio 2016, chiuso in positivo; dei nuovi progetti sulle scuole, finalizzati non solo a divulgare i principi associativi dell’Avis nei vari istituti, sensibilizzando gli studenti alla cultura della donazione, ma anche con altre idee per promuovere il volontariato contro il bullismo.
Nel 2016 – si apprende da una nota dell’associazione – vi sono stati 279 soci donatori attivi, che hanno donato 622 sacche di sangue; questo numero, moltiplicato per tre (perché da ogni sacca di sangue si ricavano concentrati di globuli rossi – concentrati di Piastrine e uso clinico di plasma fresco) si ottiene il numero di volte, 1866, in cui la vita è stata salvata, grazie alla sinergia tra associazione e donatore, con quest’ultimo nel ruolo di protagonista principale”.
E’ inoltre emersa la necessità “di avere un’adeguata sede da adibire a Unità di Raccolta. Infatti, intensificando le raccolte, non più mensilmente, come capitava negli anni scorsi, ma a scadenza settimanale; vi è stato poi un notevole incremento che porta l’Avis di Acri a evidenziare il bisogno di avere una sede normativamente accreditata per la raccolta sangue ed eliminare l’uso attuale dell’autoemoteca, che può essere sfruttata al meglio da altre consorelle avisine dislocate sul territorio della provincia di Cosenza, che vogliono incrementare il loro numero di donazioni. E’ questo l’obiettivo che unisce tutti, salvare più vite possibili”.

Da “Il Quotidiano del Sud” del 27-03-2017 Piero Cirino


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!