ACRI: Raccolta Differenziata,Il Comune Rassicura i Lavoratori

Condividi:

Nella sede municipale, nei giorni scorsi, si è riunita una delegazione trattante delle Rsu aziendali e delle segreterie provinciali e territoriali per discutere “sull’informativa inerente l’esternalizzazione del servizio della raccolta dei rifiuti”. Lo si apprende da una nota dell’amministrazione comunale.
“Nella seduta del 18 marzo – si legge nel comunicato -, infatti, il consiglio comunale approvava il capitolato d’appalto che conferisce ai privati il servizio di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti solidi urbani. La questione – continua il Comune – ha però suscitato non poche polemiche da parte dei partiti politici e dalle organizzazioni sindacali, che, nonostante le rassicurazioni del sindaco, dell’assessore Ferraro e di diversi consiglieri di maggioranza sulle sorti dei lavoratori che sono impegnati nella raccolta dei rifiuti, minacciano azioni di proteste”.
A muoversi sono le associazioni di categoria Cgl, Cisl e Uil “che oltretutto lamentano l’assenza di un confronto “serio e vero” con l’amministrazione comunale. Tuttavia nella seduta di oggi (ndr ieri per chi legge), già convocata in data 21 marzo, era presente solo il rappresentante delle Rsu aziendali, mentre erano assenti tutte le organizzazioni di categoria. La commissione comunque non ha interrotto il proprio lavoro e si impegna a mantenere quanto già deliberato nella seduta del 18 marzo: “tutto il personale di ruolo Lpu, Lsu ed ex art. 7, attualmente adibito al servizio della raccolta dei rifiuti, continuerà a essere impegnato nel servizio di spazzatura e lavaggio strade, pulizia spazi pubblici, ville e giardini comunali e/o in servizi equivalenti. Nessuna preoccupazione per i lavoratori impiegati nel nostro Comune, dunque, che potranno continuare la loro attività lavorativa”.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano della Calabria” del 28-03-2014.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!