ACRI: Si Chiude la Campagna Elettorale

Condividi:

Alla mezzanotte di oggi si chiude una lunghissima campagna elettorale, che culminerà nell’elezione del nuovo sindaco della città.
Due i nomi in campo al ballottaggio di domenica e lunedì prossimi: Nicola Tenuta e Giuseppe Cristofaro.
Rispetto alla griglia di partenza, non ci sarà Luigi Maiorano, sindaco facente funzioni uscente e candidato del centro – destra. Ha ottenuto meno voti di una coalizione che se avesse confermato le preferenze accordate alle liste anche sul candidato a sindaco sarebbe ancora in partita.
Al turno di ballottaggio si parte da una condizione di assoluta parità, ma due settimane fa Giuseppe Cristofaro aveva ottenuto 270 voti in più del suo antagonista: 5320, a fronte dei 5050 di Nicola Tenuta.
In un ragionamento politico – elettoralistico quelle 270 preferenze sono ancora lì, ma solo su un piano squisitamente teorico.
Giuseppe Cristofaro, 64 anni, insegnante, è sostenuto da cinque liste (Acri bene Comune, Patto per la città, Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà e Partito Socialista Italiano); Nicola Tenuta, 58 anni, commercialista, può contare sull’apporto di quattro liste (Acri con Tenuta in movimento, Insieme con Tenuta, Liberi con Tenuta e Movimento Civico uomini e donne liberi con Tenuta).
Nel sorteggio delle piazze in cui concludere la campagna elettorale, a Tenuta è toccata Piazza Sprovieri, mentre Cristofaro concluderà in Piazza Matteotti.
Le due manifestazioni, a distanza di poche centinaia l’una dall’altra, si terranno quasi simultaneamente, a partire dalle ore 21:00 circa.
Entrambi hanno deciso di non contrarre alcun tipo di alleanza con il centro – destra, scegliendo di rivolgersi direttamente all’elettorato che al primo turno ha votato per Luigi Maiorano. Da parte loro, sia Udc che PdL hanno lasciato libertà di voto.
In queste due settimane che separano il primo turno dal ballottaggio, i due candidati a sindaco non hanno tenuto manifestazioni pubbliche, se non incontri specifici con le associazioni di categoria, optando per la visita domiciliare.
In sostanza, in questi giorni hanno visitato le case di tutti gli acresi, percorrendo in lungo e in largo un territorio di circa duecento chilometri quadrati.
Si voterà domenica, fino alle ore 22:00, e lunedì, fino alle 15:00. Lo spoglio delle schede inizierà subito dopo la chiusura delle urne e intorno alle 17:30 si potrebbe già conoscere il nome del futuro sindaco della città.
A seconda che prevalga l’uno o l’altro, sarà possibile anche conoscere la composizione del nuovo consiglio comunale.

fonte: Il Quotidiano della Calabria


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!