Acri-Verranno pagate subito sei mensilità, i dipendenti della Zanfini riprendono a lavorare

Condividi:

Dopo settimane di proteste e servizi interrotti, ieri si è finalmente conclusa l’annosa vicenda dei lavoratori della ditta Zanfini di Acri. Già da oggi riprenderanno la regolare attività lavorativa, garantendo i servizi di trasporto ai cittadini serviti dall’azienda. Lo rende noto, in un comunicato, la Filt – Cgil.
“Grazie all’assessore alle Infrastrutture della Regione Calabria, Roberto Musmanno –vi si legge -, che ha lavorato affinché fosse possibile raggiungere un accordo, allaFilt – Cgil -, nelle persone del suo segretario generale Giovanni Angotti e dell’Avv. Teresa Aiello, che hanno gestito le trattative per i lavoratori, e grazie anche alla disponibilità del Consorzio dei Due Mari, è stato sottoscritto un accordo che garantisce ai lavoratori da subito sei mesi di retribuzione delle dieci maturate, nonché una cessione del credito per le restanti mensilità”.
L’accordo “consentirà di evitare il fallimento dell’azienda e soprattutto di salvaguardare i posti di lavoro. Nell’azienda Zanfini sono impiegati, infatti,ventisette lavoratori, i cui stipendi sono spesso l’unico reddito per le rispettive famiglie”.
La vicenda della Zanfini “si protraeva dalla fine del mese di settembre. Numerosi sono stati gli incontri presso la locale Prefettura, nonché presso l’assessorato alla Infrastrutture della Regione. È un risultato che soddisfa le aspettative dei lavoratori ridando loro respiro dopo settimane di disagio e difficoltà”.
Quindi “l’auspicio è che, chiuso questo capitolo, situazioni di questo genere non abbiano a ripetersi. La trattativa rappresenta anche un modello di interazione fra privati, sindacati e istituzioni che con spirito di collaborazione hanno saputo trovare una soluzione portando a casa un eccellente risultato”.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 24-11-2015.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!