ACRI:PD,Giuseppe Cristofaro vince le Primarie

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ Giuseppe Cristofaro il candidato a sindaco del Partito Democratico. Ha sconfitto Pino Capalbo alle Primarie di ieri, al termine di una campagna elettorale che si è giocata a carte scoperte e senza rete.
I dati parlano di uno scarto di circa 200 voti e di una partecipazione che ha superato i quattromila votanti.
Quest’ultimo è un dato che va sicuramente oltre le previsioni, superando quello altrettanto rilevante di tre anni fa. Il Partito Democratico può partire da questo per organizzare la sua campagna elettorale.
Nel 2010 le Primarie si tennero tardi e questo non diede modo ai candidati di organizzare una campagna elettorale che potesse celebrare la sua ordinaria e codificata liturgia, quest’anno invece si è trattato di una contesa vera, talora giocata anche al limite della dialettica interna a un partito.
Ora il Pd dovrà smaltire le tossine di questa fase e ricompattare le fila e tanto più riuscirà in questa operazione tante più possibilità di successo avrà alle prossime elezioni Comunali.
Intanto c’è un dato certo da cui partire ed è il candidato a sindaco.
Giuseppe Cristofaro ha 64 anni è docente alle scuole superiori e ha una lunga esperienza politica alle spalle. Ricopre dalle sua nascita il ruolo di presidente della fondazione culturale “Vincenzo Padula”.
In passato è stato consigliere e assessore comunali e consigliere e assessore regionali, oltre che sindaco di Bonifati.
Oltre alla vittoria di Cristofaro, queste Primarie consegnano al Partito Democratico una risorsa da custodire gelosamente ed è la massiccia partecipazione popolare. Certo, occorre fare i dovuti ragionamenti su quanti voti appartengano effettivamente al suo elettorato di riferimento, ma, fatta, la tara, qualcosa di significativo esce fuori.
L’organizzazione del voto consegna l’immagine di efficienza, con un deflusso tutto sommato regolare ai seggi, avendo per tempo previsto, anche grazie all’esperienza di tre anni fa, la necessità di aumentare quelli di Acri centro.
Qui ne sono stati allestiti quattro, uno per la popolosa zona di Là Mucone e uno a San Giacomo.
Essendosi trattato di Primarie di partito, bisognerà ora lavorare per la futura coalizione. Il Pd dialogherà con i suoi futuri alleati avendo già il candidato a sindaco e questo può rappresentare sia un vantaggio che un limite.
La celebrazione delle Primarie del Partito Democratico imprime certamente una decisa accelerazione alla campagna elettorale, con gli altri partiti che dovranno necessariamente far riferimento a questo dato, al di là delle collocazioni.
Non mancano i nodi da sciogliere, tra cui il candidato dell’Udc, la futura coalizione di centro – destra e la collocazione del Partito Socialista, che in questa legislatura ha governato con Udc e PdL.

fonte: “Il Quotidiano della Calabria” del 17/12/2012


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!