Io & 947 km da Messina a Messina. Il mio cammino solidale

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A distanza di due anni dagli indimenticabili 1176 km fattida Torino ad Acri, eccomi qua pronto per un’altra avventura, per una nuova sfida!

Riprendo il mio cammino solidale questa volta in Sicilia, terra straordinaria circondata da un mare cristallino e ricca di mille colori. Camminerò all’ombra  dell’Etna,attraverserò città, paesi e borghi ricchi di storia, sfiderò i 947 km strada di un’isola meravigliosa. Sono sicuro chein questo percorso conoscerò persone fantastiche e posti incantevoli.  

Con questa nuova impresa intendo aiutare e sostenere due associazioni:

– “Raggio di Sole” IBAN: IT35 N076 0116 2000 0008 7194 981 che opera ad Acri (CS) e si occupa di famiglie con figli in situazione di fragilità;

– “La Casa di Francesco IBAN: IT 46Q 0617 5820 710 00000 954 580 

   che opera a Barcellona Pozzo di Gotto (ME)

e si occupa di bambini   provenienti da famiglie in forte disagio, economico e sociale.

Con il mio impegno e il vostro aiuto sono sicuro di riuscire a costruire un ponte di solidarietà per unire idealmente Sicilia e Calabria. 

Insieme, sono certo che riusciremo a regalare un sorrisoai ragazzi, affetto e sostegno economico alle loro famiglie attraverso queste due importati associazioni.

La mia forse sarà solo una goccia in un mare di bisogni,ma non dimentichiamo che di tante piccole gocce è fatto l’Oceano della solidarietà.

Porterò sulle mie spalle il peso della fragilità di tutti i bambini bisognosi d’amore. Ogni mio passo sosterrà le loro famiglie.  Giorno per giorno troverò la forza di andare avanti con la speranza di riuscire ad alleviare la loro sofferenza. Vi chiedo quindi di essere generosi. 

Il mio cammino solidale inizierà Il 21 settembre da Messina. Sono consapevole che mi aspetta un mese difficile ma emozionate. Lo condividerò con tutti voi, pregando Dio affinché mi sostenga nel riuscire a portare a termine l’impresa.

P.S. A sostegno del cammino solidale, da giorno 21 si potranno acquistare tanti gadget. Una parte del ricavato della loro vendita sarà devoluta alle due associazioni. 

Antonio Perrellis


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!