“Luca” il 24° film di animazione Disney, diretto da un italiano e ambientato nelle Cinque terre

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Luca” è il titolo del nuovo attesissimo film di animazione della Disney-Pixar, la cui uscita nelle sale cinematografiche era stata originariamente prevista per il prossimo mese di Settembre. Si è ora deciso di anticiparla al 18 Giugno 2021 attraverso la piattaforma Disney+ e lasciare l’uscita al cinema solo in quei paesi al mondo dove la piattaforma non è disponibile.

La ventiquattresima produzione Disney, che segue ad un anno di distanza Soul, riguarda molto da vicino l’Italia poiché è la prima diretta da un regista Italiano ed è anche la prima ad essere ambientata nel nostro Paese.

La regia è stata affidata a Enrico Casarosa, nato e cresciuto a Genova, formatosi come illustratore e animatore al Fashion Institute of Technology di NewYork, entrato presto a far parte della famiglia Disney fino a diventare storyboard artist, cioè colui il quale disegna le tavole che illustrano, inquadratura per inquadratura, ciò che verrà girato sul set con tutte le indicazioni tecniche compresi i movimenti che dovrà fare la macchina da presa. Ha svolto questo compito per L’Era glaciale, Cars, Ratatouille, Cars 2, Gli incredibili. Casarosa aveva debuttato alla regia nel 2011 con un corto di animazione prodotto dalla Pixar Animation Studios dal titolo La Luna che ha ottenuto la nomination agli Oscar come miglior cortometraggio di animazione. Luca rappresenta il suo debutto alla direzione di un lungometraggio.

La storia, per certi versi autobiografica del regista, è ambientata in Liguria, precisamente nelle Cinque Terre, nel paesino immaginario di Portorosso, che i disegnatori restituiscono in una bellezza luminosa e solare, tra spiagge cristalline, gelati, pasta e infinite corse in motorino. Da poco è stato presentato il trailer italiano.  “Questo è un racconto profondamente personale, non solo perché è ambientato nella Riviera italiana dove sono cresciuto, ma perché al centro di questo film c’è la celebrazione dell’amicizia[WA1] [WA2] ” ha dichiarato il regista, che aggiunge: “Ho voluto la canzone di Bennato nel trailer perché ho sempre amato questa canzone, con cui sono cresciuto, è un brano degli anni Settanta, quindi di un periodo successivo rispetto alla fine degli anni Cinquanta in cui è ambientato il film. Sono però felice di aver fatto questa eccezione perché è una canzone che mi ha sempre trasmesso il senso dello stare insieme, dell’amicizia, e in quest’ottica mi sembra che Luca e Alberto abbiano delle similitudini con il gatto e la volpe, due amici che si cacciano sempre insieme nei guai”. L’amicizia raccontata nella storia è quella vissuta spensieratamente in una meravigliosa estate degli anni 50, che è ancor più rafforzata dal fatto che Luca e Alberto custodiscono un segreto: appena entrano in acqua si trasformano in mostri marini appartenenti ad un altro mondo situato appena sotto la superficie dell’acqua.

La colonna sonora è stata scritta da Dan Romer; Casarosa avrebbe voluto affidare la composizione delle musiche che accompagnano le immagini al Maestro Ennio Morricone, ma a causa della sua morte ciò non è stato possibile, il film, però, sarà dedicato alla sua memoria.

E noi, grandi o piccini che siamo, non vediamo l’ora di guardarlo!

Werner Altomare



Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!