Pubblica illuminazione, a Duglia per alcune famiglie è buio pesto

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Comune decide di rifare l’impianto di pubblica illuminazione sull’estesa zona di Duglia, alle porte del centro cittadino, ma “dimentica” di illuminarne una parte. Che rimane al buio, perché nel frattempo il vecchio impianto è stato dismesso.

La questione è finita alla Procura della Repubblica di Cosenza e alla Guardia di Finanza. Vi si sono rivolte 33 persone che hanno sottoscritto il documento con il quale si ricostruisce la vicenda.

Nell’esposto si ricorda che i lavori “ inspiegabilmente non hanno interessato l’ultimo gruppo di abitazioni per un totale di 33 famiglie ivi residenti, lasciati privi di pubblica illuminazione di cui molti di questi, anziani e malati, sottoposti a cure continue per malattie invalidanti”.

Inoltre, “da precisare che in questa zona, non solo non sono stati fatti impianti ex novo, ma è stato disattivato anche il vecchio impianto presente da oltre 50 anni. Da premettere che il nuovo impianto non solo è stato  rinnovato per un lungo tratto disabitato ma lo stesso è stato prolungato, ex novo,  per un altro  consistente tratto, sempre disabitato, lungo la provinciale Acri – San Demetrio Corone, esattamente bivio San Benedetto a bivio contrada Gioia”.

Quindi, “per quanto sommariamente esposto, i cittadini firmatari della presente istanza (uno per ogni rappresentanza familiare),  non trovando risposte tra gli interlocutori politici e relativi funzionari  addetti ai lavori ed in funzione del grave disagio causato da questa improvvisa e perenne interruzione di pubblico servizio, con la presente, si rivolgono rispettosamente, alle Illustrissime SS./rie Vostre affinché venga fatta chiarezza in merito a questa grave esclusione, non solo dal rinnovo dell’impianto, ma anche dalla vecchia e già esistente pubblica illuminazione”.

Dopo il coinvolgimento della procura della Repubblica e della Guardia di Finanza qualcosa si è mosso e qualche altra lampadina è stata avvitata, ma questo ha ulteriormente indispettito quell’utenza, a cui è sembrato un intervento di maquillage che non ha nemmeno scalfito il problema. Infatti delle 33 famiglie iniziali, solo una decina hanno potuto beneficiare di questo supplemento, il resto è ancora al buio.

Eppure per l’efficientamento energetico della rete di illuminazione pubblica di Duglia il Comune aveva stanziato una cifra di 130.000 euro. Errori di calcolo o cosa?

Piero Cirino


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!