Raduno Rotary, le auto d’epoca tra i castelli dell’Alto Ionio cosentino

Condividi:

Successo di partecipazione e consensi per una manifestazione che continua a crescere.

La quarta edizione del Raduno di auto d’epoca, promosso dal Rotary Club di Acri, va in archivio, con piena soddisfazione del presidente della relativa commissione, Enzo Rostanzo, e di quello del Rotary Club di Acri, Rocco Le Pera.

La tre giorni aveva per tema “I castelli dell’Alto Ionio”, alla scoperta delle bellezze del territorio calabrese. Seguendo una tradizione consolidata ormai da qualche anno, il Rotary di Acri, con la partecipazione anche di Achafr e Araci, ha organizzato “una passeggiata tra amici con le auto classiche per conoscere e apprezzare il patrimonio artistico e le bellezze paesaggistiche presenti nel territorio del Distretto 2102 e limitrofi”.

La prima giornata si è tenuta venerdì scorso ad Acri, conclusa con la cena di gala, alla presenza del Governatore del Distretto 2102 del Rotary International, Gianni Policastri, presso il ristorante “La Vecchia Noce”.

Le tappe di sabato hanno toccato Rocca Imperiale, con la visita guidata al Castello Svevo e al borgo; Roseto Capo Spulico; Oriolo, con visita al Castello Bizantino-Normanno; e Rossano Calabro.

Domenica, dopo la visita al museo della liquirizia “Giorgio Amarelli”, la carovana di auto d’epoca si è spostata al Castello Ducale di Corigliano Calabro.

La manifestazione ha raccolto l’interesse non solo appassionati di auto d’epoca, ma anche quello dei Club Rotary della zona, come dimostra la presenza di rappresentanza delle associazioni rotariane di Rossano, Corigliano, Cariati, Cassano all’Ionio, Rocca Imperiale e Trebisacce.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!