Acri-Grande successo per il Presepe vivente di Guglielmo. Si replica il 5 gennaio.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tra le tante iniziative che stanno popolando il periodo delle feste a cavallo tra la fine dell’anno e l’inizio di quello nuovo, ce n’è una che si segnala per originalità e successo di pubblico. Si tratta della prima edizione del Presepe vivente, in contrada Guglielmo, a una decina di chilometri dal centro cittadino. L’ha realizzato l’associazione culturale “Il faro”, con il patrocinio del Comune di Acri.
E’ stato allestito per il 26 e 27 dicembre scorsi e verrà replicato nella giornata del 5 gennaio, vigilia dell’Epifania.
E’ stata realizzata una simulazione decisamente realistica della Natività e di tutto ciò che popola l’immaginario collettivo sul Presepe.
Oltre agli abitanti del posto, hanno contribuito alla realizzazione dell’evento molte attività commerciali acresi e dei Comuni limitrofi.
Per l’allestimento della scenografia e la realizzazione dei costumi sono stati necessari oltre due mesi. Il Presepe si sviluppa su circa 300 metri di percorso, sui quali i volontari dell’associazione hanno costruito a mano quindici capannine in cui si possono ammirare i personaggi dell’antica tradizione calabrese e del presepe classico: la capanna della Natività, il mercato con la via degli antichi mestieri, fabbri, falegnami, sarte, massaie e centurioni romani, per un totale di oltre sessanta figuranti in abiti del tempo.
L’associazione e i suoi membri hanno fortemente voluto che il presepe fosse ambientato proprio in quella che una volta era chiamata “A Via Ranna” (La Via Grande), centro nevralgico della comunità locale, alla quale si vuol ridare la vitalità del passato.
Durante la manifestazione anche degustazioni di prodotti tipici e vino locale.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano del Sud” del 29-12-2015.


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!