ACRI: Incompatibilità,Respinto il Ricorso di Cristofaro

Condividi:

Il ricorso di Giuseppe Cristofaro contro la decadenza da consigliere comunale, votata dal consiglio nello scorso agosto, è stato respinto dal Tribunale di Cosenza.
La notizia è giunta nel tardo pomeriggio di ieri, confermando l’incompatibilità tra le cariche di consigliere comunale e presidente e membro del consiglio di amministrazione della fondazione culturale Vincenzo Padula.
A inizio legislatura furono in tre a vedersi sollevata la condizione di incompatibilità: oltre a Cristofaro, anche Vincenzo Arena e Leonardo Molinari.
Per gli ultimi due, la Civit, l’autorità nazionale anticorruzione si è pronunciata a favore del primo e contro il secondo. Nel caso di Molinari, aveva scelto di fare il consigliere comunale, rinunciando alla carica di componente del consiglio di amministrazione della Fincalabra.
A Cristofaro era stata sollevata l’incompatibilità con riferimento alla legge 267/2000 e la decadenza da consigliere comunale era avvenuta il 21 agosto scorso.
Il Tribunale ha inoltre condannato il presidente della fondazione Padula al pagamento delle spese processuali.

Piero Cirino
Da “Il Quotidiano della Calabria” del 04-02-2014.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!