ACRI: Premio Arena, il Programma

Condividi:

Venerdì e sabato prossimi, nel Palazzo Sanseverino-Falcone, si terrà l’ottava edizione del premio Letterario Nazionale “Giuseppe Antonio Arena”, saggistica, narrativa, poesia e premio al testimone.
E’ promosso dall’omonimo comitato e dall’amministrazione comunale. Venerdì, alle ore 17.00, si terrà il convegno su “Sud, diritti, diritto”.
Dopo l’introduzione del giornalista Roberto Saporito, sono previsti i saluti di Luigi Maiorano, sindaco facente funzioni di Acri; Anna Vigliaturo, assessore comunale alla Cultura; Giuseppe Cristofaro, presidente della fondazione culturale “Vincenzo Padula”; ed Enzo Bonofiglio, del comitato “Giuseppe Antonio Arena”.
Quindi gli interventi di Domenico Scafoglio, dell’Università di Salerno(“Il Meridione e l’Italia: differenza culturale e problema delle risorse”); Luigi Maria Lombardi Satriani, dell’Università “La Sapienza” di Roma(“Diritti alla macchia e diritto ufficiale”), che presiederà i lavori; Vito Teti, dell’Università della Calabria,(“Immagini e rappresentazioni del Sud: rivendicazioni dei diritti e necessità dei doveri”); e Silvio Gambino, dell’Università della Calabria(“Sud e Unità d’Italia, fra storia e attualità costituzionale”. Seguirà il dibattito.
Sabato mattina, dalle ore 10:30, gli studenti incontreranno Massimo Felice Nisticò, autore del libro “Carne”, sul tema “Donazione e mercato clandestino degli organi”.
Alle 17:00, la cerimonia di premiazione. Introduce i lavori Roberto Saporito, li coordina Mimmo Liguoro della Rai e dell’Università di Salerno, quindi i saluti di Luigi Maiorano, Anna Vigliaturo e dell’assessore regionale Michele Trematerra.
Questi i vincitori dell’ottava edizione del premio “Giuseppe Antonio Arena”: Per la sezione Narrativa, Marcello Fois, autore di “Nel tempo di mezzo”; per la Saggistica, Sergio Givone, con “Metafisica della peste”; per la Poesia, Dante Maffia, che ha scritto “Sbarco clandestino”; Premio al Testimone a Carmine Lavorato e Maria Rotella, autori di “Piante officinali di Calabria”; Premio speciale della giuria a Massimo Felice Nisticò.
Il programma della cerimonia prevede anche la lettura di brani inediti di Giuseppe Antonio Arena da parte di Laura Marchianò, con la partecipazione del maestro Lorena Gaccione.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!