Il Comune di Acri aderisce al progetto ‘Zero cani in canile’

Condividi:

Con apposita delibera di giunta, il Comune di Acri ha formalizzato la sua adesione al progetto “Zero cani in canile”, proposto dall’associazione di volontariato “Lega del cane”, di Vieste, in provincia di Foggia.

L’obiettivo è quello di “gettare le basi affinché cominci una graduale diminuzione del randagismo attraverso azioni di prevenzione, educazione, adozioni tracciabili e creazione di una task force di controllo. Con maggiore collaborazione tra cittadini, volontari enti e istituzioni, il randagismo si può sconfiggere senza ingenti spese per i Comuni, nel rispetto degli animali e può portare economia al territorio in diversi settori”.

Il progetto, “con i dovuti adattamenti, può essere applicato anche ai gattili e a realtà metropolitane che potrebbero essere suddivise in microaree, ognuna delle quali seguita da una o più associazioni animaliste riconosciute che però operano in coordinamento tra loro, secondo un disciplinare ben preciso”.

L’intervento si basa su cinque azioni fondamentali: “educazione e formazione contesto sociale e del cane (obiettivo a breve, medio termine); sterilizzazioni, profilassi e cure post profilassi (obiettivo a breve termine); adozioni e integrazione animale nel tessuto sociale (obiettivo a breve, medio, lungo termine); costituzione task force di controllo (obiettivo a breve termine); gestione e conversione canili in oasi polifunzionali (obiettivo a medio, lungo termine)”.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!