Acri-Arrestato insegnante per detenzione e spaccio

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mattinata movimentata nel centro presilano. Un uomo di 56, insegnante in un istituto superiore, è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’arresto è stato eseguito dai Carabinieri di Rende, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di droga. L’operazione di ieri, che ha visto l’impiego di diverse pattuglie dell’Arma, comprese le unità cinofile del Nucleo di Vibo Valentia, ha consentito di rinvenire nell’abitazione dell’uomo 137,68 grammi di cocaina, 90 di hashish e oltre 60.000 euro in contanti.

Sulle tracce delle sostanze stupefacenti “Manco”, il pastore tedesco in servizio presso il Nucleo Cinofili dei Carabinieri di Vibo Valentia. Parte della droga sequestrata è stata trovata sul tavolo della cucina, unitamente a 72 dosi già confezionate e pronte da immettere sul mercato; il resto in diversi cassetti del soggiorno e della camera da letto. Sequestrato anche strumenti  per il confezionamento delle dosi, come bilancini di precisione per pesare lo stupefacente e bustine di plastica. Anche il denaro, tutto in contante ed in banconote di piccolo taglio, è stato sequestrato. Lo stupefacente, venduto al dettaglio, avrebbe fruttato oltre 15.000 euro. L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Cosenza, è stato tradotto presso la Casa circondariale di Cosenza.

I Carabinieri della Compagnia di Rende inoltre hanno segnalato alla Prefettura di Cosenza per uso personale di sostanze stupefacenti un 39enne e un giovane di 23 anni, trovati in possesso rispettivamente di 0,2 grammi di cocaina e di 4,90 grammi di marijuana, per uso personale di sostanze stupefacenti.


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!