Nuova elisuperficie, firmato protocollo d’intesa tra Rotary, Rotaract e Comune

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ stato siglato lunedì, nella sede municipale, il protocollo d’intesa tra il Rotary Club di Acri, il Rotaract e il Comune per la realizzazione di un’elisuperficie nei pressi dell’ospedale cittadino, che servirà come base d’atterraggio e di partenze dell’elisoccorso in caso di emergenza.

A firmarlo sono stati Paolo Caravetta, presidente del Rotary di Acri, Ilaria Fiorito, presidente del Rotaract e il sindaco Pino Capalbo. I lavori partiranno subito e dovranno terminare entro il 10 giugno.

“L’amministrazione comunale – si legge nel protocollo d’intesa – nel proprio programma elettorale aveva previsto la realizzazione di tre piattaforme adibite all’atterraggio e decollo di elicotteri in situazioni di emergenze, di cui una ad Acri centro”. Mentre “il Rotary Club ed il Rotaract Club di Acri nel loro programma dell’anno 2019/2020 hanno previsto la realizzazione di una piattaforma adibita all’atterraggio e decollo di elicotteri in situazioni di emergenze”.

Quindi, “il Comune di Acri, in sinergia con il Rotary e il Rotaract di Acri, ha inteso intraprendere un’azione organica, mirata a dotare il territorio di una elisuperficie che sia funzionale alla gestione delle emergenze e, al contempo, utile ad assicurare il soccorso sanitario d’urgenza”.

L’elisuperficie, pertanto, “potrebbe essere estremamente necessaria nelle situazioni straordinarie, ma possibili, per affrontare emergenze di protezione civile in un territorio particolarmente esposto a svariati rischi (sismico, idrogeologico), ma anche nell’ordinario per affrontare le possibili urgenze mediche, che solamente col mezzo aereo possono essere velocemente risolte. Realizzare dunque, una elisuperficie significa dotare il territorio di un’opera che con costi contenuti concorre a garantisce un notevole incremento di sicurezza per la popolazione, specie per le zone più̀ disagiate e lontane dai centri specializzati di assistenza”.

Per la realizzazione dell’opera “si è proceduto ad eseguire uno studio sul territorio in questione, seguito da sopralluoghi con tecnici del Comune, che hanno condotto ad individuare il sito idoneo in un’area comunale sita in via Don Lorenzo Milani (area campetto sportivo). Il sito della piazzola scelto, è stato inoltre verificato da operatori di volo, per l’occasione consultati, in quanto è necessario che esso risponda a tutti i requisiti essenziali atti a garantire una buona fruibilità e ad offrire condizioni di sufficiente sicurezza”.


Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

error: Content is protected !!