Torino Film Festival: La 40ma edizione tra centinaia di anteprime, pellicole restaurate e western d’annata

Condividi:

La quarantesima edizione del Torino Film Festival è partita venerdì scorso 25 Novembre e proseguirà fino al 3 Dicembre sotto l’egida del Museo Nazionale del Cinema – presieduto da Enzo Ghigo e diretto da Domenico De Gaetano – con la direzione artistica di Steve Della Casa che torna a dirigere la manifestazione a distanza di vent’anni. L’edizione numero 40 del Torino Film Festival segna il ritorno in sala del pubblico e a partire da questa prospettiva sono stati concentrati tutti gli sforzi proprio come scelta strategica da parte del Museo Nazionale del Cinema. La novità di Casa Festival, una cittadella del cinema aperta al pubblico e situata nel suggestivo scenario della Cavallerizza Reale nel centro di Torino, è a suo modo simbolica: il festival vuole coinvolgere la città, vuole che gli addetti ai lavori e gli artisti si mescolino con il pubblico come è sempre avvenuto nella grande tradizione di questo festival.

La scelta di affidare l’immagine della quarantesima edizione è caduta su un artista di fama internazionale come Ugo Nespolo, il quale nel creare l’immagine di questa edizione del TFF, ha voluto rendere omaggio ai grandi miti dell’immaginario cinematografico, realizzando elementi pop che vestono la città in questi giorni. Madrina del festival sarà Pilar Fogliati, brillante talento dello spettacolo italiano tra piccolo e grande schermo che ha scelto Torino per la sintonia con la sua attività di attrice e autrice. Decine e decine saranno gli ospiti, in ordine alfabetico dalla “A” di Stefano Accorsi fino alla “Z” di Lorenzo Zurzolo passando per la “M” di Mario Martone, la “N” di Noemi (non solo appassionata di musica, ma anche di cinema con due lauree in arte e critica cinematografica), fino alla ”S” di Toni Servillo; molto diversi tra loro ma tutti legati da un filo conduttore: non verranno a Torino per frequentare tappeti rossi, ma per parlare di cinema, del cinema che fanno o di quello che amano e lo faranno, in incontri e masterclass, di fronte a un vasto pubblico di appassionati e di operatori del settore accomunati da un grande amore per la settima arte.

Poi ci sono i film, tanti esordi e anteprime internazionali: sono 173 di cui 135 lungometraggi, 14 mediometraggi, 24 cortometraggi, 81 anteprime mondiali, 10 anteprime internazionali, 4 anteprime europee e 56 anteprime italiane, selezionati su più di 4500 opere visionate, molti titoli dei quali sentiremo parlare in futuro. E poi ci sono le intersezioni, in particolare con la Film Commission, il Torino Film Lab e con il Torino Film Industry. Da sempre attento ai temi della sostenibilità ambientale il TFF ribadisce la volontà di impegnarsi in tal senso facendo proprie le buone pratiche indicate nella Guida Festival Green realizzata dall’AFIC (Associazione Festival Italiani Cinema) che indica le aree tematiche di intervento – dalla mobilità ai consumi energetici, passando per la sostenibilità alimentare e la produzione di un merchandising ecologico e riciclabile – per rendere più eco-compatibili gli eventi cinematografici.

In occasione del suo quarantesimo anniversario, il TFF presenta una selezione di film restaurati particolarmente ricca e variegata. BACK TO LIFE, la sezione che letteralmente riporta alla vita opere che per vari motivi hanno segnato un passaggio importante nella storia del cinema, propone titoli prestigiosi segnalati all’attenzione del pubblico grazie al lavoro e alla dedizione delle più importanti cineteche italiane ed estere.

Al Torino Film Festival viene data luce anche al western con una sezione appositamente dedicata: MEZZOGIORNO DI FUOCO nella quale sono proposti otto film di culto per gli appassionati del genere, ma poco noti al grande pubblico. La scelta è ricaduta sul periodo d’oro del western statunitense (la selezione va da 1938 al 1960), ma non su grandi nomi o su opere ormai canonizzate, bensì su solidi mestieranti o autori di cult-movies, sempre e rigorosamente “di serie B”, che al western hanno dedicato gran parte delle loro carriere.

Sono questi gli elementi che caratterizzano il Torino Film Festival numero 40, colto ma popolare, di ricerca ma divertente con un programma ricco e ambizioso. Un festival che vuole essere una festa. Per la prima volta nella sua storia la serata inaugurale, realizzata in collaborazione con il Teatro Regio, è stata trasmessa in diretta su Rai Radio3, all’interno dello storico programma Hollywood Party che da trent’anni racconta il cinema alla radio.

Werner Altomare


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!