Acri-Marcello Romanelli e Rino Barillari hanno aperto la terza edizione di CineBookFood

Condividi:

E’ partita domenica, con relativo successo di pubblico, la terza edizione di CineBookFood, la propaggine di Cineincontriamoci, ideata e promossa da Mattia Scaramuzzo.

Location, come è stato per le due precedenti stagioni, la Gelateria Callipo.

Ad aprire questo ennesimo capitolo dell’iniziativa che vuole mettere insieme la lettura e le eccellenze enogastronomiche della nostra terra è stata la presentazione del libro “E vissero tutti felici e distanti”, di Marcello Romanelli, con le foto di Rino Barillari.

Erano presenti entrambi ed è stata l’occasione per consegnare al re dei paparazzi il premio alla carriera, una statuetta realizzata dal maestro Silvio Vigliaturo.

Sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni del territorio da sempre al fianco di Mattia Scaramuzzo in questa sua avventura, il sindaco Pino Capalbo e l’assessore comunale allo Spettacolo, Luigi Maiorano. Ha condotto la serata il giornalista Piero Cirino, direttore della testata Acrinews.it.

Si è trattato di un viaggio nella prima fase della pandemia, quella descritta da Marcello Romanelli, e nella dolce vita romana a partire dagli anni sessanta, mirabilmente ripercorsi dal celebre fotografo calabrese.

I due racconti si sono intrecciati in una chiacchierata vivace e ricca di aneddoti. Nel corso della serata il barman Luca Cirino ha presentato il cocktail “Barillari”, con cui ha vinto il premio “La dolce vita”, nella settantesima edizione del concorso nazionale Aibes, dedicato al fotografo.

Il sindaco Pino Capalbo ha poi lanciato l’idea di una mostra fotografica personale di Rino Barillari da tenersi ad Acri. Proposta che il fotografo ha trovato decisamente interessante.


Condividi:

Lascia un commento

error: Content is protected !!